musei vaticani orari

I Musei Vaticani orari, aperture e consigli utili

Musei Vaticani orari. I Musei papali sono il centro museale più visitato d’Italia. Ogni anno varcano la soglia del Vaticano più di dieci milioni tra visitatori, fedeli e turisti. Per chi sta organizzando la sua visita a Roma, ecco alcune dritte per godersi al meglio la visita nella capitale e nel museo più importanti del mondo.

I Musei Vaticani orari, informazioni per la vostra visita

Musei Vaticani orari. La collezione del Papa si trova all’interno dello Stato della Città del Vaticano. Proprio per questo segue delle regole di apertura diverse rispetto ai musei statali della capitale. I Musei Vaticani sono aperti tutti i giorni dal lunedì al sabato e oltre alla domenica restano chiusi durante le giornate di festività religiose. Le sale aprono al pubblico alle 9,00 e l’ultimo accesso consentito ai visitatori è alle 16,00, due ore prima della chiusura. E’ possibile visitare i musei o in compagnia di una guida o con il supporto di un’audioguida. Vi consigliamo, in qualsiasi caso, di prenotare il vostro ingresso così da evitare le lunghe code che vi faranno perdere moltissimo tempo.

musei vaticani orari

I Musei Vaticani, riduzioni e gratuità

Musei Vaticani orari. Al momento della prenotazione controllate bene la tipologia di biglietto che fa per voi. Il biglietto a prezzo ridotto è dedicato ai ragazzi di età compresa tra i 6 e i 18 anni compiuti e studenti al di sotto dei 26 anni in possesso della Student Card o del libretto universitario. Per tutti i visitatori che non rientrano in queste categorie è necessario l’acquisto del biglietto intero. Mentre i bambini al di sotto dei 6 anni non hanno bisogno di prenotazione.

I Musei Vaticani, aperture straordinarie

Musei Vaticani orari. Come vi anticipavo, i battenti dei musei papali restano chiusi la domenica, ad eccezione però dell’ultima domenica del mese. In quella data, è possibile passeggiare tra i sette chilometri dei corridoi museali gratuitamente e l’ultimo accesso è anticipato alle 12,00. Nei giorni di apertura regolare i musei sono aperti in alcune occasioni con orari straordinari. Ad esempio durante il periodo estivo tutti i venerdì l’apertura è prolungata fino alle 23,00. Visitare i musei vaticani sotto il chiarore della luna rientra tra quelle esperienze magiche che solo il panorama romano può offrire. In questo modo potrete approfittare della calma della capitale che va pian piano svuotandosi dei turisti e del marino serale che si sostituisce all’afa giornaliera.

Per chi vuole godersi la bellezza dei musei quando ancora sono chiusi al pubblico è possibile prenotare ingresso anticipato in cui è inclusa la colazione. Il cortile della Pigna viene allestito per accogliere un numero limitato di visitatori e il ricco buffet viene preparato nella suggestiva cornice all’aperto. Per quest’occasione il lunedì, il venerdì e il sabato il museo apre anticipatamente alle 7 e 15.

musei vaticani info utili

I Musei Vaticani, le opere da non perdere

Musei Vaticani orari. Non è facile stipulare una classifica delle opere principali presenti all’interno dei Musei Vaticani. Cercheremo di farvi un breve riassunto.

La Pinacoteca Vaticana è lo spazio ideale per gli amanti della pittura. Contiene più di 450 opere, realizzate dagli autori più conosciuti del panorama artistico mondiale. Giotto, Raffaello, Caravaggio, Leonardo e Tiziano sono solo alcuni dei grandi nomi qui presenti. Nel Museo Pio Clementino, invece è la scultura a farla da padrona. La sezione prende il nome dal pontefice Clemente XIV ed è il complesso più grande dei Musei Vaticani.

L’opera principale è il Gruppo del Laocoonte, l’impatto emotivo è senz’altro la componente che rende unica la scultura. La disperazione del padre che cerca di salvare i figli è palpabile. Così tanto da rendere l’opera una delle maggiori attrazioni dei musei. Il percorso espositivo conduce alla Galleria delle Carte Geografiche. E’ la più grande rappresentazione geografica mai realizzata. In cui sono state realizzate nei minimi dettagli i fiumi, i mari, le pianure, le città e i miti legati alla penisola.

musei vaticani biglietti

 Le Stanze di Raffaello e la Cappella Sistina

I Musei del papa sono anche lo scrigno delle affreschi più belli di due artisti non troppo affiatati tra loro: Raffaello e Michelangelo. Quasi per uno scherzo del destino, gli ambienti dipinti dai due rivali sono adiacenti. Le sale affrescate da Raffaello anticipano la cappella Sistina e trattano quattro tematiche diverse: la stanza di Costantino, la stanza della Segnatura, la stanza di Eliodoro e la stanza dell’Incendio del Borgo. I lavori vennero commissionati al pittore di Urbino da Giulio II. Il pontefice si rifiutò di utilizzare l’appartamento Borgia e quindi chiese a Raffaello gli abbellimenti pittorici che possiamo ammirare ancora oggi.

Ultima tappa della nostra visita ai Musei Vaticani è la Cappella Sistina. Un luogo in cui è richiesto il silenzio e in cui è vietato fare foto. Il tempo, una volta entrati nella cappella Sistina, si ferma. Le figure realizzate da Michelangelo Buonarroti sembrano prendere vita. Le sibille, i profeti, le scene bibliche e il Giudizio Universale sulla parete di fondo creano un’atmosfera eterea. Merita di essere vissuta per essere compresa.

Ora che siete al corrente di tutti queste notizie, la vostra visita è perfettamente pianificata. Non vi rimane che prenotare i vostri biglietti e partire per la Capitale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *