musei vaticani gratis

Musei Vaticani Gratis: tutte le informazioni da sapere

Come e quando visitare i Musei Vaticani gratis?
L’ultima domenica di ogni mese si possono visitare i Musei Vaticani gratis. In questa occasione non è possibile fare la prenotazione. Per accedere gratuitamente ai musei è necessario fare la coda all’ingresso. Sono tantissime le persone che si recano l’ultima domenica del mese a Roma per visitare i Musei Vaticani gratis. Per vivere un week end all’insegna del relax e della cultura è sicuramente sconsigliato visitare i musei la domenica.

Tutti gli altri giorni dell’anno, eccetto le festività religiose, i Musei Vaticani e la Cappella Sistina sono prenotabili. La prenotazione ti permette di saltare la coda all’ingresso. Basterà soltanto presentarsi 15 minuti prima dell’orario prenotato con la stampa del voucher. I Musei Vaticani sono aperti dal Lunedì al Sabato dalle ore 9,00 alle 18.00. Acquistando il biglietto per i Musei Vaticani si ha accesso anche alla Cappella Sistina. Essa si trova alla fine del precorso a senso unico dei musei. Puoi prenotare i biglietti salta coda dei Musei Vaticani e Cappella Sistina comodamente da casa.

Collegandosi al sito www.ticketsrome.com oppure telefonando al numero 055 2670402. Si chiamano musei al plurale perché sono composti da moltissime sale ma separate tra loro. A formare un dedalo di corridoi e stanze. I Musei Vaticani si estendono per oltre 7 chilometri. Rappresentano una delle più grandi raccolte di opere d’arte al Mondo.

Museo Pio Clementino

Musei Vaticani gratis con audio guida

Il consiglio è quello di noleggiare un’audioguida al costo di 7 euro ma dal valore grandissimo. Certi capolavori senza descrizione rimangono un po’ sterili, mentre raccontati da una guida, seppur registrata, assumono un fascino inestimabile. L’audio guida presso i Musei Vaticani è disponibile in moltissime lingue. E’ sempre vivamente consigliabile fare, anche per essa, la prenotazione. L’audio guida si ritira una volta superato il metal detector all’ingresso. Da qui in poi inizia la visita. Una delle prime cose che il visitatore si trova davanti è il Cortile della Pigna. Il Cortile prende il nome dalla colossale pigna collocata nel nicchione. E’ delimitato a Sud dal Braccio Nuovo, a est dalla Galleria Chiaramonti, a nord dal Palazzetto di Innocenzo VIII e a ovest dalle galleria della Biblioteca Apostolica.

Le prime sale che si incontrano durante il percorso sono il Museo Gregoriano Egizio, il Museo Pio Clementino e il Gregoriano Etrusco. Proseguendo la visita si incontra la Galleria dei Candelabri. Questa galleria prende il nome dai monumentali candelabri che abbinati a colonne in marmo colorato delimitano le sei sezioni espositive. A seguire la Galleria degli Arazzi. Questa galleria è allestita con la serie degli Arazzi della Scuola Nuova, così chiamata per distinguerla da quelli della Scuola Vecchia. Da vedere anche la Galleria delle Carte Geografiche. E’ una rappresentazione di tutte le regioni d’Italia e delle isole vicine con le principali città.

Prima di arrivare alla Cappella Sistina il visitatore si trova di fronte le Stanze di Raffaello. Così chiamate perché vennero affrescate dal grande pittore urbinate e dagli allievi della sua bottega. Da un punto di vista artistico, le Stanze sono una specie di antologia pittorica del Rinascimento italiano. L’itinerario si conclude con la Cappella Sistina, che è senza dubbio uno de più grandi tesori d’arte di tutti i tempi.

Musei vaticani visita gratuita

Consigli Utili per la vostra visita gratuita ai Musei Vaticani

I Musei Vaticani come vi anticipavo, la domenica generalmente sono chiusi. In via del tutto eccezionale sono però visitabili l’ultima domenica di ogni mese, con delle restrizioni. L’orario di chiusura in questa giornata è anticipato alle ore 14,00 e non è possibile accedere ai musei papali con degli biglietti salta coda. Appena entrati, dopo aver svolto i consueti controlli di sicurezza, vi consigliamo di procurarvi una guida. In questo modo vi risulterà più semplice orientarvi nelle varie sezioni museali. Un’altra piccola raccomandazione è quella di lasciare eventuali oggetti ingombranti al guardaroba che è gratuito.

La visita non sarà breve. Considerando le numerose opere, anche per i più frettolosi il tempo stimato di permanenza si aggira intorno all’ora e mezza, per cui si raccomanda di visitare i musei in completo comodità. Sono moltissime le persone che approfittano dell’ingresso gratuito per visitare la collezione vaticana. Per cui armatevi di pazienza e cercate di organizzare un minimo la vostra visita per non rischiare di perdervi dei preziosi capolavori. Per chi pianifica la sua gita durante i mesi estivi si consiglia un abbigliamento decoroso. Non ci sono restrizioni particolari, ma è meglio evitare vestiti scollati, sbracciati, minigonne e cappelli.

Per il calendario del 2019, ecco quali saranno le domeniche in cui sarà possibile entrare gratuitamente: 27 gennaio, 24 febbraio, 31 marzo, 28 aprile, 26 maggio, 30 giugno, 28 luglio, 25 agosto, 29 settembre, 27 ottobre, 24 novembre e 29 dicembre.

 

Scoprire le Stanze di Raffaello ai Musei Vaticani

 

Musei Vaticani Gratis, come arrivare

Per i visitatori che arrivano a Roma in treno, uno dei mezzi più comodi per arrivare ai Musei Vaticani è senz’altro la metro. Seguite la linea A in direzione Battistini e scendete alla fermata Ottaviano, pochi minuti a piedi e siete arrivati. L’autobus numero 49 invece, vi poterà direttamente in Viale Vaticano, la fermata è di fronte all’ingresso dei musei. In alternativa potete scegliere il tram numero 19 e scendere in piazza Risorgimento.

In qualsiasi modo decidiate di arrivarci, non perdetevi la visita al museo più importante del mondo!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *